Xagena Mappa
Xagena Newsletter
OncologiaMedica.net
Medical Meeting

Fibrillazione atriale: effetto dell’Amiodarone sull’esito nei pazienti trattati con Rivaroxaban, un farmaco anticoagulante orale


I farmaci antiaritmici e gli anticoagulanti sono basilari nel trattamento della fibrillazione atriale.
Uno studio ha valutato l'uso e gli esiti della terapia antiaritmica nei pazienti anticoagulati con fibrillazione atriale.

I pazienti nello studio ROCKET ( Rivaroxaban Once Daily Oral Direct Factor Xa Inhibition Compared with Vitamin K Antagonism for Prevention of Stroke and Embolism Trial in Atrial Fibrillation ) ( N = 14.264 ) sono stati stratificati per l’impiego dei farmaci antiaritmici al basale: Amiodarone [ Cordarone ], un altro farmaco antiaritmico, o nessun farmaco antiaritmico.

Un aggiustamento multivariato ha permesso di confrontare ictus, sanguinamento e decesso tra i gruppi di farmaci antiaritmici, nonché attraverso il trattamento assegnato ( Rivaroxaban [ Xarelto ] o Warfarin [ Coumadin ] ).

Tra i 14.264 pazienti randomizzati, 1.681 ( 11.8% ) sono stati trattati con un farmaco antiaritmico ( 1144 [ 8% ] con Amiodarone e 537 [ 3.8% ] con altri farmaci antiaritmici ).
I pazienti trattati con Amiodarone erano maggiormente di sesso maschile ( 48% vs 38% ), presentavano una più alta incidenza di fibrillazione atriale persistente ( 64% vs 40% ) e di insufficienza cardiaca ( 71% vs 41% ), rispetto ai pazienti trattati con altri farmaci antiaritmici.

I pazienti che non avevano ricevuto nessun farmaco antiaritmico presentavano somiglianza con i pazienti trattati con Amiodarone.

Il tempo nel range terapeutico era significativamente più basso tra i pazienti trattati con Warfarin che ricevevano Amiodarone, rispetto a quelli non-trattati con nessun farmaco antiaritmico ( 50% vs 58%; P inferiore a 0.0001 ).

Rispetto a nessun farmaco antiaritmico, né l’Amiodarone ( hazard ratio aggiustato [ HR ] 0.98; P = 0.9 ) né altri farmaci antiaritmici ( HR aggiustato 0.66; P = 0.15 ) erano associati a un aumento della mortalità.

Risultati simili sono stati osservati per gli esiti embolici e di sanguinamento.

Gli effetti del trattamento di Rivaroxaban versus Warfarin nei pazienti trattati con nessun farmaco antiaritmico erano coerenti con i risultati dello studio globale ( endpoint primario: HR aggiustato 0.82, P per interazione = 0.06; endpoint di sicurezza: HR aggiustato 1.12, P per interazione = 0.33 ).

In conclusione, il trattamento con farmaci antiaritmici non era associato a un aumento della morbilità o mortalità nei pazienti in terapia anticoagulante con fibrillazione atriale.
L'effetto dell’Amiodarone sugli esiti nei pazienti trattati con Rivaroxaban richiede ulteriori indagini. ( Xagena2014 )

Steinberg BA et al, Heart Rhythm 2014; 11: 925-932

Cardio2014 Emo2014 Farma2014


Indietro